Teatro Vittoria

via Lionello Maiani, 2B

59100 - Prato

info@vittoriateatro.it
dove siamo

La storia di "Prato e dintorni"

Il gruppo nasce da alcune persone che condividono la passione per il teatro dialettale e vernacolare. Con il nome "Genitori di San Martino" si riuniscono diverse persone presso la stessa scuola San Martino di Prato. Sono le basi di un progetto che porta alla messa in scena di La bottega di Sghio di Giovanni Bongini.

 

Dopo circa tre anni di pausa, dovuta a vari impegni dei componenti del gruppo, si sente l'esigenza di tornare a "respirare" teatro e formare, per l'occasione, una vera e propria compagnia. Arriva, così, il ritorno sulle scene con Missione dal paradiso di Antonella Zucchini, presente tra il pubblico per l'occasione, che segna un ottimo successo e una ripresa della compagnia davvero importante. E' questa la prima volta che la compagnia debutta sul palco di Coiano.

 

Con lo stesso spirito di donare momenti di allegria e spensieratezza il gruppo torna a lavorare sul testo che ha di fatto costituito il gruppo: La bottega di Sghio, riallestita  e presentata al Vittoria nel corso della stagione 2009/2010.

 

Antonella Zucchini diventa una delle autrici più apprezzate dal gruppo, che nel giro di pochi anni arriva a mettere in scena diversi suoi testi:  La speranza è l’ultima a morireI terno a i lotto e Vacanze Forzate.

 

Nella stagione 2012-2013 la compagnia lavora su un nuovo testo, sempre in vernacolo fiorentino, e apre il cartellone con la messa in scena della famosa commedia Il bisnonno Garibaldo di Dory Cey.

 

Il gruppo è ancora protagonista della stagione 13/14 con una nuova produzione: Il vedovo allegro di Moreno Burattini.

 

Immediatamente a ridosso del Natale 2014 il gruppo è tornato in scena con I barroccini di via dell'Ariento di Dory Cei.

 

A dicembre 2015 la compagnia si rende protagonista con un nuovo testo in vernacolo fiorentino di Antonella Zucchini: La panacea di tutti i mali.

A maggio 2016 il gruppo affronta un nuovo testo di Antonella Zucchini. La commedia scelta è: Un cappello pieno di bugie.

 

A marzo 2017 la compagnia porta in scena un classico del teatro vernacolare fiorentino: Grazie Nonno di Luciano Baroni.